News

Educativi, 500 mila euro all’economia solidale

Corriere della Sera

Il bando sarà online a fine ottobre, la Fondazione degli Istituti Educativi mette sul piatto 500 mila euro per le forme di Ess: Economie sociali e solidali. Dal mondo cooperativo ai gruppi d’acquisto solidale, risorse per il mondo che sul territorio prova a far crescere una cultura della sostenibilità ambientale e sociale, soprattutto quando si tratta di consumi.

Sabato a Curno, nella sede della coop Il sole e la Terra, il bando verrà lanciato accanto alla presentazione dello studio che la Fondazione ha commissionato al consorzio Aaster, diretto da Aldo Bonomi, proprio sulle forme alternative di economie sul territorio bergamasco. Un rapporto che racconta la solidità di alcune forme storiche, a partire dalla cooperazione sociale (di impronta cattolica, ma non solo), e le forme più recenti, nate col movimento no global a inizio millennio (i Gas, appunto, ne sono un esempio) o negli anni della grande crisi, come espressioni di un civismo critico, alla ricerca di nuove modalità più sostenibili nel produrre e nel consumare, anche e soprattutto nella filiera agroalimentare (citando, ad esempio, il caso dell’agricoltura biologica, in forte crescita). Ma lo studio sottolinea anche le fragilità di questi mondi, che faticano a raggiungere ampiezza e penetrazione sociale sufficienti a sostenerne la capacità di trasformare la realtà.